Antonio Campi

image

Antonio Campi e bottega
(Cremona 1523 – 1587)
San Girolamo penitente
Olio su tela, 140 x 106 cm

Il soggetto rappresentato è san Girolamo penitente, qui raffigurato mentre sta scrivendo una lettera di fronte il crocifisso con il leone accovacciato ai suoi piedi; la scena è ambientata in un’elegante grotta ornata da elementi architettonici classici mentre sullo sfondo si staglia il profilo di una città. Nel cartiglio compare l’iscrizione Magnitudo coelestiu(m) beneficio(rum), che è l’inizio della XXXVIII lettera scritta effettivamente dal santo.

L’opera è una diretta derivazione di un modello delle stesse dimensioni, datato all’ultimo quarto del XVI secolo, adesso parte della collezione della Galleria Sabauda di Torino. Quest’iconografia divenne così famosa e apprezzata che è possibile contare un considerevole numero di varianti (come quella nella Gemäldegalerie di Berlino, nella Pinacoteca Vaticana e una a Malta).

La nostra versione segue il prototipo della Sabauda e, considerando l’alto livello del dipinto, è legittimo supporre che sia uscito direttamente dalla bottega di Antonio Campi, il quale ha partecipato attivamente alla sua realizzazione.

Expertise del professor Marco Tanzi dell’Università del Salento.

Art Gallery: Senza categoria

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

Website design by ZonaZero & DesignBlu - Privacy & Cookies