Eliseo Sala

image

Eliseo Sala
(Milano 1813 – Triuggio 1879)
Nudo Virile
Matita su carta beige, mm. 252 x 284

Il soggetto rientra perfettamente nella tipologia di studio accademico, come verificabile anche dall’attenzione data alle luci e alle ombre (realizzate con l’uso della matita sia nera che bianca) e dalla posa plastica ricercata nel modello (lo stesso artista si fece ritrarre in una posizione similare da Ferdinando Bassi). Da notare l’acconciatura e la barba, che seguivano la moda in voga all’epoca. È firmato in basso a destra Eliseo Sala disegnò.

Eliseo Sala fu allievo di Sabatelli presso l’Accademia di Brera. Studiò anche a Venezia, dove si recò nel 1837, e a Roma, dove divenne amico di Francesco Coghetti. Dal 1849, a causa della presenza austriaca a Milano, si trasferì a Torino grazie al procuratore della corte di Cassazione presso la magistratura sabauda che era un parente della moglie, mantenendo comunque i contatti in area lombarda, della quale divenne il ritrattista ufficiale insieme a Molteni ed Hayez. Fu molto apprezzato dalle famiglie nobili, come i duchi Litta e gli stessi Savoia, e da personalità di spicco come Camillo Benso Conte di Cavour e la famiglia Manzoni. L’interesse per la ritrattistica gli venne probabilmente instillato dalla famiglia materna, i Delmati, i quali vantavano nelle loro collezioni ritratti fatti dagli artisti più illustri del tempo (sua madre Teresa Sala Delmati posò per Giuseppe Bezzuoli, per esempio).  Partecipò a numerosi concorsi dell’Accademia, della quale divenne pure socio d’arte, e all’Esposizione Universale di Parigi del 1855. Altro genere nel quale eccelleva era quello romantico storico.

Art Gallery: Senza categoria

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

Website design by ZonaZero & DesignBlu - Privacy & Cookies