Toeletta di Venere

MANIFATTURA NAPOLETANA

MANIFATTURA NAPOLETANA

Toeletta di Venere
inizio del XIX secolo
Bassorilievo in legno di pioppo laccato, 44 x 57,2 cm
Cornice dorata e intagliata, 61,5 x 74 cm

La scena raffigura una tematica molto amata nell’arte neoclassica, ovvero la toeletta di Venere. La dea è  rappresentata nell’atto di guardarsi allo specchio mentre Cupido (che ritroviamo anche nel fregio del trono), riconoscibile dall’arco, la osserva in piedi alle sue spalle. Dall’altro lato un’ancella intrattiene le divinità suonando l’arpa. Il pannello doveva plausibilmente far parte di una decorazione di un arredo insieme ad altri riquadri con soggetti sempre attinti dalla mitologia classica.

L’artista rientra pienamente nella cultura napoletana, come si può evincere anche dalla cornice,  della prima metà del XIX secolo. L’opera ha chiaramente risentito delle scoperte pompeiane, che erano cominciate nel 1748 sotto l’impulso dei Borbone, come riconoscibile nella posizione e nello stile dei personaggi.

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (Cookies & GDPR). maggiori informazioni

Questo sito Web e i relativi strumenti di terze parti utilizzano cookie essenziali. Per ulteriori informazioni si prega di fare riferimento alla nostra politica sulla privacy (art. 13 del regolamento UE 2016/679).
Se desideri procedere oltre, fai clic su accetta.

Chiudi