Giuseppe Bezzuoli

image

GIUSEPPE BEZZUOLI
(Firenze 1784 – 1855)
Studio per soggetto allegorico
Matita su carta azzurra, mm. 584 x 860
Firmato in basso a sinistra G. Bezzuoli

Il disegno è uno studio, come si evince dal tratto veloce e dalle varie modifiche ai gesti e alle posizioni oltreché dalla quadrettatura (che serviva per trasferire le linee su un supporto maggiore), sebbene al momento non sia possibile reperire l’opera definitiva. Il soggetto è di difficile interpretazione ma le figure abbigliate all’antica che sembrerebbero essere le Muse o le personificazioni delle Arti (una di loro tiene il cartiglio mentre l’altra la cetra e davanti ha un violino appena definito nei suoi contorni) rendono plausibile una tematica allegorica. A conferma di ciò vi è anche il puttino centrale identificabile in Cupido (si intravedono la correggia di una faretra e le ali, oltre che la punta di un arco). I vari personaggi paiono intenti in un’accesa discussione, indicando e consigliando l’uomo alla destra, che indossa abiti di foggia “moderna”, potrebbe quindi rappresentare il momento dell’”Ispirazione”. Data la disposizione dei presenti, è ragionevole pensare alla preparazione di una decorazione architettonica, nello specifico di una vela o di una lunetta.
Cronologicamente è databile alla fase giovane del Bezzuoli, riconoscibile nell’estetica che non nasconde l’influenza del suo maestro Benvenuti e in certi stilemi ancora legati al Neoclassicismo.

Art Gallery: Senza categoria

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

Website design by ZonaZero & DesignBlu - Privacy & Cookies